Home » Il Conti a Sanremo: ma i conti sono in rosso!
TV - Spettacolo

Il Conti a Sanremo: ma i conti sono in rosso!

La notizia dell’annuncio di Carlo Conti come conduttore e direttore artistico dei prossimi due Festival di Sanremo ha suscitato non poche polemiche e interrogativi, come riportato nel servizio di Striscia la Notizia.

In particolare, viene evidenziato il fatto che la convenzione tra la Rai e il Comune di Sanremo, ente pubblico che ospita l’evento, scadrà l’anno successivo, sollevando dubbi sul futuro della kermesse canora.

Secondo quanto riportato dall’inviato Pinuccio nel programma satirico, la decisione della Rai di contrattualizzare Conti per due anni potrebbe essere messa in discussione dalla mancata pubblicazione del bando da parte del Comune di Sanremo per affidare l’organizzazione del Festival.

Inoltre, si ipotizza che a luglio potrebbe arrivare una sentenza che potrebbe bloccare l’edizione del 2025 e addirittura portare a un coinvolgimento della Commissione Europea.

Le voci di corridoio rivelano che altre emittenti televisive sarebbero interessate a prendere il controllo del Festival, aprendo scenari inaspettati per il futuro della manifestazione.

Tuttavia, la prospettiva di Sanremo 2026 al di fuori della Rai sembra al momento poco probabile, ma la situazione non è priva di incertezze e complicazioni.

Il panorama televisivo italiano è già stato scosso dai recenti cambiamenti, come l’addio di Amadeus alla Rai per trasferirsi su Nove.

In un contesto in cui la tv pubblica è sotto i riflettori per disastri comunicativi, programmi fallimentari e presunte censure, la decisione di affidare a Conti la conduzione dei prossimi due Festival di Sanremo non è priva di rischi e incognite.

La domanda che rimane sospesa è: se i conti sono in rosso, come verrà pagato Carlo Conti e a quanto ammonta il suo cachet?

La situazione si presenta dunque come un enigma da risolvere nel prossimo futuro, con molte incognite e interrogativi legati al destino del Festival di Sanremo e al ruolo della Rai nel panorama televisivo italiano.