Home » Banda Leon: arriva la versione remix del brano “Un canarino rosso”
Musica

Banda Leon: arriva la versione remix del brano “Un canarino rosso”

Arriva il remix con il video di  “Un canarino rosso”, di Banda Leon, nella versione di Clemmy Della Rocca, in radio e disponibile in digitale (L’n’R Productions/Universal Music).

Guarda il video

Clemmy Della Rocca, produttore e tecnico del suono, ha realizzato ad oggi oltre 600 produzioni di artisti provenienti da tutto il mondo. Uno dei suoi ultimi lavori è il remix di una canzone di Philippe Leon – un importante paroliere, che ha scritto centinaia di canzoni per i più grandi artisti italiani, come Mina e Celentano – che uscirà con Universal Music. Clemmy, dopo il diploma di pianoforte al conservatorio e una lunga esperienza di turnista in giro per il mondo, decide di creare una sua etichetta indipendente e dare vita a un laboratorio artistico. “Diamo la possibilità a tanti giovani di provare a trasformare un loro sogno in realtà” racconta Clemmy, che si occupa anche di musica per il cinema e la televisione.

Banda Leon, composta da Philippe LeonLinda Edelhoff e Fabio Colasante, è più di una semplice band, è un progetto aperto che accoglie collaborazioni con artisti provenienti da diverse discipline come pittura, scultura, musica e fotografia. Philippe Leon, noto autore e compositore per Adriano Celentano, Mina, Loredana Bertè e altri, nonché pittore dal gusto pop e neo pop, guida il progetto insieme a Linda Edelhoff, scultrice con notevoli capacità canore e di composizione, e a Fabio Colasante, scultore elettronico, bassista e arrangiatore, sia Linda che Fabio si sono formati all’Accademia delle Belle Arti.

Il brano nasce da un insieme di divertenti metafore che alludono ad una gioiosa sessualità ed è la storia di un amore proibito tra un uomo e una donna che desiderano stare insieme per provare un amore libero e senza limiti. La grande musica italiana ha sempre affrontato tematiche sul sesso e molte canzoni hanno davvero fatto la storia, provocando scandalo e, a volte, hanno sfidato perfino la censura.